Tutto pronto per la sfida alla Vigor Trani

Tutto pronto per la sfida alla Vigor Trani

Turno numero 12 di campionato alle porte per il Barletta, domani alle 14.30 i biancorossi scenderanno in campo sul sintetico del “Manzi-Chiapulin” per sfidare la Vigor Trani.

Nella mattinata odierna i biancorossi hanno volto la consueta seduta di rifinitura che ha permesso a Franco Cinque di valutare le condizioni di tutti i componenti della rosa. Per il match alla squadra di Scaringella tornerà a disposizione Milella dopo la squalifica, mentre restano da valutare le condizioni di Alfredo Varsi. Sicuro assente sarà il lungodegente Varola.

L’avversario

La Vigor Trani arriverà al “Manzi-Chiapulin” reduce dallo 0-0 contro l’Otranto, risultato che ne ha confermato la solidità difensiva (5 gol subiti in 11 gare, miglior retroguardia del torneo) ma allo stesso tempo ne ha evidenziato i limiti in fase realizzativa (solo 7 i centri fin qui messi a segno dai biancoazzurri) di una squadra che in trasferta ha raccolto solo 4 dei 16 punti totalizzati fin qui. Quella di domani sarà la terza sfida tra le due squadre dopo il doppio confronto degli ottavi di Coppa Italia Dilettanti che ha visto qualificato il Barletta in virtù dello 0-1 firmato Saani al “Comunale” dopo lo 0-0 nell’andata al “Manzi-Chiapulin”.

Biglietteria

Ricordiamo che i tagliandi di per Barletta-Vigor Trani sono in vendita sabato 24 novembre dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 20, e domenica 25 novembre dalle 9 alle 12 presso il Bar “Million” (Via Minervino, 11); dalle 13 di domenica 25 novembre saranno acquistabili anche presso il Botteghino del Campo Comunale “Manzi-Chiapulin”, senza alcun costo di prevendita.

Salvadanai per Chiara

Salvadanai all’esterno del Manzi-Chiapulin prima di Barletta-Vigor Trani, in calendario domenica 25 novembre alle 14.30 al Manzi-Chiapulin per la 12^ giornata del campionato di Eccellenza, per aiutare Chiara, la studentessa 20enne barlettana iscritta al terzo anno del corso di Ingegneria Gestionale presso l’Università di Bari. Poco più di un mese fa, è partita per l’Erasmus e ha raggiunto Manresa, centro universitario a pochi chilometri da Barcellona. Un cornicione si sgretola e Chiara cade nel vuoto. La soccorrono gli amici, ma il suo battito cardiaco è già rallentato. Così la giovane viene trasportata all’ospedale universitario di Terrassa per subire un intervento al cervello della durata di 5 ore. Dopo 20 giorni di coma, Chiara ha aperto gli occhi e ha cominciato a respirare autonomamente. Ora Chiara è a Bologna, respira in maniera autonoma, ma necessita ancora di cure costose, in particolare una riabilitazione in un centro specializzato a Innsbruck. Per questo prima di Barletta-Vigor Trani, chiunque lo vorrà, potrà destinare a Chiara e famiglia una donazione negli appositi salvadanai allestiti all’esterno del Manzi-Chiapulin. Ricordiamo anche che è possibile sostenere la famiglia di Chiara con una donazione (IBAN: IT05X0329601601000064399956) a Michelina Piazzolla, madre della studentessa. La causale è “Forza Chiara”. Tutti uniti per la vittoria più importante.